Le edizioni

Dopo la traduzione in inglese del Piccolo Principe, pubblicata negli Stati Uniti durante la guerra, contemporaneamente all’edizione francese, dalla fine degli anni 40 le edizioni estere si moltiplicano. Il Piccolo Principe attualmente è stato tradotto in 257 lingue e dialetti, e in numerose lingue esistono varie versioni del libro.

Assieme allo Straniero di Camus è l’opera letteraria francese più tradotta nel mondo e ogni anno, dal Giappone al Sudamerica, vengono proposte nuove versioni con grandi tirature (47 edizioni nel 2007 in Corea del Sud).

Chi difende le lingue rare, in via di scomparsa, utilizza la versione del Piccolo Principe come mezzo per la difesa della lingua. Il mitico testo di Saint-Exupéry è stato pubblicato in lappone, tzigano o quechua.

Il Piccolo Principe è il testo ideale per l’insegnamento delle lingue ed è stato adottato nelle scuole di molti paesi, tra cui il Marocco e il Giappone. Per lottare contro l’analfabetismo, la versione in lingua tifinar è stata distribuita alla popolazione tuareg, un’altra in khmer è stata recentemente pubblicata in Cambogia. Nel 2005, Il Piccolo Principe è stato tradotto in toba, lingua amerindiana parlata nel nord dell’Argentina, in cui fino ad allora era stato tradotto un solo libro: La Bibbia.