RAFAEL, DISEGNAMI UN PICCOLO PRINCIPE

Molti artisti hanno reso e rendono ancora omaggio al Piccolo Principe. Rafael Valle Barradas, giovane brasiliano di 29 anni, gli ha già dedicato diversi disegni.

Rafael vive nel Pernambuco, uno degli Stati del Nord-Est brasiliano. È un giovane attivo, designer di videogiochi. realizza illustrazioni e cartoni animati per la televisione. Come molti adulti Rafael ha letto il Piccolo Principe quando era bambino. Lo ha riletto recentemente e immediatamente il suo blog si è arricchito di alcuni nuovi disegni dedicati a lui.

Disegni che ci parlano
Il disegnatore si è divertito a rappresentare il Piccolo Principe a modo suo, al tempo stesso infantile e moderno. Il disegno intitolato “il Piccolo piccolo Principe”, mette in scena un “bebè” che gioca spensierato con una rosa con le spine in evidenza. Il candore di un amore innocente. I genitori, un aviatore e una mamma molto ansiosa per suo figlio, provano a fargli capire che le spine pungono. L’amore rischia di far male… Ogni disegno è espressivo, ci rimanda al testo di Antoine de Saint-Exupéry e ci porta una nuova luce piena di emozioni e di ricordi.Quando gli chiedono il suo parere sui disegni dell’autore, Rafael risponde che li trova tutti perfetti, abbinati al testo in modo meraviglioso. Il suo è l’omaggio di un artista ad un altro artista. Rafael, che lavora con le nuove tecnologie, non ha ancora elaborato un progetto preciso riguardante il piccolo principe, ma ha alcune idee in merito.
Il libro e l’artista
In attesa di concretizzarle, l’illustratore propone sul suo blog dei disegni e alcuni savescreen per lo schermo del computer. Secondo lui, il racconto di Saint-Exupéry commuove il lettore e lo istruisce. Ci tocca con la purezza dei sentimenti del piccolo principe per la sua rosa. Il successo del Piccolo Principe non si esaurirà mai, dice, poiché «i lettori si sentono bene grazie ai messaggi del libro». Vorrebbe che le future generazioni trovino sempre nel racconto di Antoine de Saint-Exupéry «uno stimolo per crescere bene»”. A 29 anni, Rafael dice di non essere un adulto come quelli del libro. Dopo aver scoperto l’adattamento a fumetti pubblicato recentemente in Brasile, il bambino che vive sempre in lui spera segretamente nell’arrivo di un videogioco dedicato al Piccolo Principe. Per saperne di più: il blog di Rafael Valle Barradas http://rvbar.wordpress.com